Come donare

Attraverso la F.I.Do  è possibile:

  • donare ad uno o più fondi già costituiti presso la Fondazione;
  • costituire un nuovo fondo con il nome e le finalità liberamente stabilite all’atto di donazione;
  • donare ad uno specifico progetto fra quelli già approvati e selezionati dalla fondazione;
  • donare alla Fondazione stessa per la realizzazione delle proprie finalità statutarie.

Donare è semplice, immediato e sicuro.  E’  possibile farlo tramite bonifico bancario o assegno bancario sui Conti Correnti della Fondazione ed è inoltre possibile donare on-line tramite carta di credito.

In base alle richieste fatte dal donatore, F.I.Do non applicherà alcuna trattenuta al momento della donazione per quanto riguarda le donazioni mirate a costituire un patrimonio.  Da queste ogni anno viene destinata alla copertura dei costi di gestione una percentuale, attualmente pari allo 0,5%, del valore del capitale gestito. Sulle donazioni destinate a Disponibilità la trattenuta attuale è del 2%, salvo richieste particolari, e avviene al momento della ricezione della donazione.

 

BENEFICI FISCALI

Le donazioni, da parte di persone fisiche, Enti e Aziende, a favore di Fondazione Italia per il dono Onlus, atte ad incrementare la sezione corrente o patrimoniale dei Fondi già costituiti, istituire nuovi Fondi o sostenere progetti o le attività della Fondazione stessa, permettono di usufruire delle agevolazioni fiscali per le Onlus, previste dalle normative vigenti, a seconda della natura del donatore.

Persone Fisica

Può scegliere se:

  • detrarre dall’imposta lorda il 26% dell’importo donato, fino ad un massimo complessivo annuale pari a 30.000 euro (Art. 15, comma 3, Legge n. 96 del 6/07/2012 e s.m.i Legge n.190 del 23/12/2014);
  • dedurre dal reddito le donazioni, in denaro o in natura, per un importo non superiore al 10% del reddito complessivo dichiarato e, comunque, nella misura massima di 70.000,00 euro annui (Art. 14, comma 1 D.L. 35 del 14/03/2005 convertito in Legge n.80 del 14/05/2005).

Impresa

Può scegliere se:

  • dedurre dal reddito le donazioni per un importo non superiore a 30.000 euro o al 2% del reddito d’impresa dichiarato (art.100, comma 2 lettera h del D.P.R. 917/86 e s.m.i Legge n.190 del 23/12/2014);
  • dedurre dal reddito le donazioni, in denaro o in natura, per un importo non superiore al 10% del reddito complessivo dichiarato e comunque nella misura massima di 70.000,00 euro annui (art. 14, comma 1 del D. L. 35/05 convertito in legge n. 80 del 14/05/2005).

Per poter usufruire del beneficio fiscale la donazione deve essere fatta in modo tracciabile e non può mai essere fatta in contanti.

Il donante deve allegare alla propria dichiarazione dei redditi copia della documentazione bancaria attestante la donazione ed eventualmente, ma non è necessario, la ricevuta da parte della Fondazione. Mentre la documentazione bancaria è sufficiente per ottenere il beneficio, la ricevuta da parte della Fondazione senza documentazione bancaria non è sufficiente.

Ti ricordiamo inoltre che:

  • le agevolazioni fiscali non sono cumulabili tra di loro.
  • è preferibile rivolgersi al proprio consulente di fiducia per scegliere la formula più adatta alle proprie esigenze.
A che cosa destini la donazione?
Fondazione
Fondi già esistenti
Progetti