20/11/2018 L’intermediazione filantropica USA continua a crescere

Il 2018 DAF (Donor Advised Funds) Report recentemente pubblicato dal National Philanthropic Trust certifica, anche per il 2017, la crescita dei fondi con diritto d’indirizzo, ossia quei fondi costituiti presso un intermediario filantropico che mette la sua infrastruttura a disposizione dei donatori affinché questi ultimi la possano utilizzare per perseguire i loro obiettivi filantropici.

Se nel 2010 la percentuale delle donazioni dei cittadini americani che passavano attraverso questo strumento era del 4,4%, nel 2017 tale percentuale aveva superato i 10%.

Rispetto al 2016 il patrimonio gestito tramite i fondi con diritto d’indirizzo è aumentato da 88,45 miliardi di dollari a 110,01 miliardi di dollari con una crescita dl 27,3%.

Anche le donazioni sono cresciute del 16,5%, passando dai 25,09 miliardi del 2016 ai 29,23 miliardi del 2017.

Stesso trend per le erogazioni che hanno avuto un incremento del 19,9% (da 15,91 miliardi a 19,08 miliardi).

Il numero dei fondi è poi cresciuto di oltre il 60%. Se alla fine del 2016 vi erano negli Stati Uniti 289.478 fondi con diritto d’indirizzo, questi erano diventati 463.622 nel 2017, il che ha portato ha una riduzione del valore medio di tali fondi che è sceso del 20% passando da una media di 298.628 dollari del 2016 a 237.356 nel 2017.

Particolarmente interessante è il confronto fra i fondi con diritto d’indirizzo e le fondazioni private. Mentre il numero dei primi negli ultimi due anni è cresciuto di quasi il 70%, le fondazioni private sono aumentate di sole 3.027 unità con una crescita di meno del 4%. Naturalmente se si confrontano le risorse gestite, sono le fondazioni private a svolgere la parte del leone con un patrimonio complessivo di oltre 855 miliardi di dollari contro i già ricordati 110 dei fondi con diritto d’indirizzo, il che comunque rappresenta oltre l’11% del patrimonio complessivo della filantropia USA, con una crescita di quasi 2 punti percentuali rispetto al 2015.

In termini di valore delle erogazioni, mentre le fondazioni private sono cresciute di 5,37 miliardi di dollari con un tasso di sviluppo del 12%, i fondi con diritto d’indirizzo hanno aumentato le loro erogazioni dal 2015 al 2017 di 4,89 miliardi con una crescita di oltre il 34%. In pratica la quota parte dei fondi d’indirizzo è aumentata di quasi 3,5 punti percentuali arrivando a circa il 28% della somma delle erogazioni distribuire dalle fondazioni private e dai fondi con diritto d’indirizzo, il che indica chiaramente come negli Stati Uniti l’attività grant-making non sia più monopolio delle fondazioni.